Musica d'autore

20.04.2018

Cominciamo dando una definizione a questo genere musicale:

Musica d'autore significa ideata e scritta da un autore riconosciuto come tale, vale a dire come creatore, ideatore di essa.

Parlando di musica d'autore è impossibile non citare Giorgio Gaber (soprannominato Il Signor G.): un cantautore italiano che travolse lo stile musicale degli anni '60 assieme ad altri artisti di grande fama. Oltre a essere stato stato tra i personaggi più influenti dello spettacolo e della musica italiana del secondo dopoguerra, Gaber è stato anche un chitarrista di valore, tra i primi interpreti del rock and roll italiano. 

Lo stato di salute di Giorgio Gaber è stato sempre cagionevole: durante l'infanzia venne colpito per due volte da una grave malattia che gli colpì il braccio sinistro e gli procura una lieve paralisi alla mano. Il padre gli regalò una chitarra affinché esercitasse le dita con piacere, non come una costrizione. Approfittando del fatto che il fratello la sapeva già suonare, anche Giorgio imparò ad usare lo strumento. L'idea darà buoni risultati, sia sotto l'aspetto medico che artistico. Da adulto, Gaber dirà: "Tutta la mia carriera nasce da questa malattia"

Fu anche, o soprattutto, grazie a lui che nacque un nuovo modo di raccontare gli avvenimenti quotidiani, politici e culturali con la musica.

Le sue canzoni sono oggettivamente poesia e parlano di argomenti e avvenimenti spesso ignorati: in questa breve trattazione ho deciso di parlarne di una in particolare, per il modo originale con cui l'autore esplicita cos'è per lui la libertà, per il significato che ha e per il messaggio che vuole trasmettere.

Sto parlando appunto de ''La Libertà''

Per capire la sua canzone, penso sia sbagliato prendere alla lettera il suo testo, credo che invece bisogni interpretarlo, e nell'arco di molto tempo sono riuscita ad ottenere una mia analisi spero approfondita di esso.

''La libertà non è star sopra un albero'', cioè rinchiudersi in un giardino di delizie, fuori dal mondo. Allo stesso tempo però ''la libertà non è neanche avere un'opinione, la libertà non è uno spazio libero, libertà è PARTECIPAZIONE''.

Ho pensato a lungo sul significato di questo verso, e sono arrivata alla conclusione che il messaggio sia che non serve a niente pensare qualcosa se poi non la si mette in pratica, se non si partecipa attivamente al bene comune e si fa in modo che la nostra opinione abbia importanza. Con questo credo che Gaber voleva evidenziare la differenza tra la libertà di pensiero ed il diritto di parola.

"La libertà non è il volo di un moscone". Non si può volare dove si vuole ma bisogna farlo insieme agli altri e senza intralciare il volo di nessuno. La libertà di una persona è valida fino al momento in cui non va ad intaccare la libertà di un altro. La libertà è il bene più prezioso dell'uomo e il suo compito è quello di difenderla da chi cerca di opprimerla.

Noemi Polli